Crea sito

Prodotti Tipici Agricoltura Siciliana

La Sicilia è terra fertile e rigogliosa, in grado di offrire prodotti agricoli particolari e tipici, che raccontano da soli la particolarità e la ricchezza di questa regione d’Italia. L’unicità della produzione agricola siciliana si concentra soprattutto nella zona dell’Etna, dove si trova il vulcano più alto d’Europa e dà vita all’omonimo parco. In questa zona si riuniscono le tre catene montuose più importanti della Sicilia: i Peloritani, i Nebrodi e le Madonie. Proprio quest’area del catanese appare rigogliosa e fertile, grazie alle ceneri rilasciate dal vulcano; pertanto, è la più intensamente coltivata ed ospita un numero rilevante di agriturismi. Inoltre, questa zona e quelle limitrofe, adiacenti alle province di Siracusa ed Enna, sono molto famose per la pratica dell’alboricoltura, in particolare per l’Arancia Rossa IGP. Di certo, è il prodotto agricolo simbolo della Sicilia, rintracciabile in diverse varietà, tarocco, sanguinello e moro, grazie alla polpa che si presenta di un rosso intenso e vivace. Questa particolare caratteristica della polpa dell’arancia rossa di Sicilia è dovuta alla presenza una sostanza, l’antociano, che ha un effetto decisivo sul gusto e sul profumo del frutto maturo. 

Un altro prodotto tipico dell’agricoltura siciliana appartiene, invece, alla frutticoltura isolana, meritevole dell’Indicazione Geografica Protetta: è l’Uva da tavola di Canicattì. In realtà, viene coltivata la tradizionale uva italiana che, però, grazie ai particolari effetti climatici e alle proprietà del terreno dell’area di coltivazione, acquisisce un profilo del tutto caratteristico. Prodotta fra le provincie di Agrigento e Caltanissetta, è un’uva dall’acino molto grosso, dal sapore particolarmente zuccherino e dal profumo particolarmente delicato. Tra i prodotti tipici dell’agricoltura siciliana è possibile annoverare anche il Cappero di Pantelleria IGP. Seppur si tratti di un’isola di appena 83 chilometri quadrati di superficie e disponga di pochissima acqua, può contare sul tanto sole e su una terra fertile e rigogliosa. Un terreno particolarmente favorevole per la coltivazione dei capperi. 

Essi vengono raccolti solo a mano da inizio maggio fino a fine ottobre. I capperi sono sottoposti alla lavorazione direttamente sul posto, su cui si pratica poi la salatura. Altri prodotti tipici agricoli di Sicilia afferiscono ancora al comparto ortofrutticolo, meritevoli anche del riconoscimento comunitario: il Fico d’India dell’Etna DOP, il Pomodoro di Pachino IGP e l’Uva da tavola di Mazzarrone IGP, senza dimenticare un’oliva da tavola, la Nocellara del Belice DOP. Questa oliva ha forma a sfera e una polpa che la rende adatta ad una conservazione in salamoia, mentre si rintracciano solo le qualità verdi e nere. La Nocellara del Belice, però, non è solo un’oliva da tavola, perché offre anche un ottimo olio e, insieme alla cultivar Cerasuola,offre l’extravergine Valli Trapanesi DOP. Si tratta di un tipico olio da tavola di colore tendente al verde, dal gusto molto fruttato, dal retrogusto amaro – piccante, utile soprattutto per il condimento delle insalate. Altri tipici prodotti agricoli siciliani sono il pistacchio di Bronte, oltre che il mandarino tardivo di Ciaculli, in grado di maturare in tarda primavera. Anche le banane della Conca d’Oro sono i frutti offerti dalla terra siciliana, senza dimenticare l’Arancia di Ribeira, il Fico d’India dell’Etna e la Ciliegia sempre dell’Etna. Infine, non si può non annoverare nell’elenco dei prodotti tipici dell’agricoltura siciliana il pomodoro Pachino, coltivato nelle province di Siracusa e Ragusa, che è rintracciabile in 4 tipologie: Tondo Liscio (a grappolo o a frutto singolo), Costoluto, Plum e Miniplum, Cherry, conosciuto anche come Ciliegino. 

Dalla rassegna stampa Salvatore Puglisi Cosentino: burocrazia e agricoltura in Italia, lo sapevi che…. (continua a leggere):